Lunedì, 06 Aprile 2020

La corretta alimentazione del petauro

alimentazione-petauro

 

I petauri dello zucchero sono marsupiali notturni, onnivori, arboricoli che si nutrono di una varietà di pollini, insetti e artropodi, con una dieta naturale dipendente dalle caratteristiche dell'habitat e dalla stagione.

Durante la primavera e l'estate, i petauri si alimentano principalmente con insetti e ragni (40%-60% del tempo), nonostante l’abbondanza di pollini, per soddisfare l'aumento del fabbisogno proteico associato alla riproduzione. Durante l'autunno e l'inverno, i petauri passano la maggior parte del tempo a consumare gomme, linfa, melata e manna. Saponi e gomme vengono consumati durante tutto l’anno, costituendo la base della loro dieta.

Le parti delle piante consumate dai petauri in natura includono nettare, linfa, manna, e gomme. I nettari e le linfe sono costituiti da semplici soluzioni zuccherine che, in generale, contengono anche basse concentrazioni di vitamine e minerali; la manna è derivata dalla linfa in risposta ai danni provocati dagli insetti sui rami e sulle foglie degli alberi. Le gomme sono carboidrati complessi: polisaccaridi vegetali che formano gel in acqua.

In ambiente domestico l’alimentazione deve comprendere mangime secco o semi umido, una miscela di vari tipi di frutta e verdura fresca, limitate prede vive (principalmente vermi della farina, Tenebrio molitorio; vermi della cera, Galleria mellonella; o grilli, Acheta domesticus) ed eventualmente integratori vitaminici/minerali in polvere.

Per quanto riguarda la parte proteica della dieta, possono essere offerti i seguenti alimenti: uova (con o senza guscio), carne cotta, prodotti a base di carne per bambini, tofu, miele, cereali non zuccherati, salsa di mele. Possono essere offerti anche vari liquidi supplementari, tra cui succhi di frutta e nettari (con o senza aggiunta di vitamine e minerali), nettare equilibrato dal punto di vista nutrizionale, prodotti, e bevande elettrolitiche.

Un aspetto fondamentale è fornire una dieta che presenti un equilibrato rapporto calcio-fosforo, somministrando alimenti con un rapporto Ca/P pari a 1:2. Di seguito vi indichiamo un esempio di dieta:

5-g cibo secco o semi umido per gatti

5-g frutti di bosco

5-g agrumi

5-g altra frutta

5-g patate dolci

1-g prede vive (vermi della farina, grilli, pupe di mosca, ragni)

Questa dieta deve fornire un apporto calorico di 120Kj, con un 21% proteine crude (1,750 mg), 0.77% calcio, 0.64%fosforo, vitamina D 1.1 IU/g in base al tipo di mangime per gatti scelto.

È possibile inoltre offrire al vostro petauro della gomma arabica.

Frutta con rapporto Ca/P adeguato: bacche, agrumi; fichi (2,5:1); papaia (5:1); mele rosse (4:1); rapa (5:1); barbabietola (3:1); cavolo (2:1).

Frutta da evitare: uva, banana, mela verde, pera, melone.

Alimenti proibiti: dolcificati, cioccolato, frutta candita, noci, nocciole, arachidi, cipolla, aglio, foglie verdi dei pomodori, foglie di patata, pomodori, frutta sciroppata.

 

Close