Martedì, 28 Gennaio 2020

L'arricchimento ambientale nei pappagalli

 

pappagallo-arricchimento-ambientale

Principi alla base dell'arricchimento ambientale

L'arricchimento ambientale rappresenta un punto necessario per il corretto sviluppo psico-fisico dell'animale, in questo caso, del pappagallo. Quello che la maggior parte delle persone non sa è che questi due aspetti, proprio come avviene per il genere umano, sono in stretta correlazione tra di loro ed entrambi necessari per garantire la salute dell'animale. In ogni caso è importante intervenire prima che questo dia anche solo il minimo segno di malessere.
L’arricchimento ambientale è somma di ben cinque fattori correlati tra di loro: arricchimento sociale, arricchimento cognitivo, arricchimento dell'habitat, arricchimento sensoriale ed arricchimento nutrizionale.
Tra i bisogni primari di un pappagallo è impossibile non andare a ricordare un corretto regime alimentare e il fatto di dare la possibilità all'animale di eseguire del moto (in natura, infatti, sono in costante movimento il che permette loro di sviluppare un corpo forte e muscoloso).
A questo fine è importante allestire un ambiente che possa essere il più possibile stimolante e che permetta all'animale di muoversi in modo di aumentare non solo la forza fisica ma anche la coordinazione occhio/zampe molto importante per lo sviluppo delle abilità cognitive e del senso di sicurezza.
Un pappagallo sicuro di sé, oltre ad avere meno paura in determinate situazioni (più o meno anomale), è anche più vitale e presenta maggiore capacità di adattamento.
I bisogni che spesso vengono trascurati, ma hanno la stessa importanza di quelli fisici, sono: l'interazione sociale (molto spesso hanno bisogno di compagnia), la continua stimolazione mentale e il dare la possibilità al pappagallo di tenersi occupato da solo in modo di metterlo di fronte alla possibilità di fare delle scelte in modo indipendente.

Condizioni da ricreare per il benessere del pappagallo

Il vostro compito sarà anche quello di mantenere l'ambiente da voi ricreato il più pulito ed ordinato possibile organizzandolo in modo che il pappagallo viva in completa sicurezza senza possibili rischi o evitando la possibilità che possa scappare.
Se notate che il vostro animale dorme molte ore non vi preoccupate. I pappagalli, infatti, per restare in salute hanno bisogno di dormire per gran parte della giornata, pertanto quando selezionate la zona in cui lo farete alloggiare prestate attenzione al fatto che sia tranquilla e non eccessivamente rumorosa.
Se ci pensate bene noterete che in natura, a seconda del periodo dell'anno in cui ci si trova, le ore di luce variano andando via via ad aumentare con l'avvicinarsi della bella stagione. Per i pappagalli questo fenomeno coincide con l'arrivo della stagione riproduttiva per cui, soprattutto per le specie più piccole, molte ore di luce sembrano, talvolta, rappresentare uno stimolo alla riproduzione il che potrebbe avere come conseguenza un eccessivo stimolo all'ovodeposizione.

Ambiente naturale e domestico

Nonostante siano cresciuti in cattività i pappagalli restano comunque, come tutte le altre specie animali, dominati dall'istinto che li porta a comportarsi in determinati modi una volta che arrivano degli stimoli esterni. Per tutti questi motivi è importante che ricordiate che, per convivere in modo sereno con animali di questo tipo, è importante che conosciate bene il suo comportamento in natura e possiate immaginare come questo reagirebbe alle diverse situazioni che si verrebbero a creare nel mondo naturale.

Come ricreare un ambiente gradevole per il proprio pappagallo?

Sono davvero molte le cose che si possono fare per rendere più piacevole e stimolante la vita dei nostri amici volatili. In natura, i pappagalli vivono in un ambiente vasto che offre loro sempre nuovi stimoli, sono liberi di definire il loro territorio, scegliere cosa mangiare e i loro compagni di vita. In cattività però questo non avviene, per questo dobbiamo il più possibile cercare di riprodurre situazioni che potrebbero verificarsi in natura.

Ad esempio, proviamo ad allestire la gabbia con rami e bacche naturali, cerchiamo di stimolare il senso di esplorazione, appendiamo i giochi in angoli difficili da raggiungere in modo che il pappagallo sia costretto a muoversi per raggiungerli, posizioniamo le ciotole di acqua e cibo distanti tra di loro, insomma, facciamo il possibile affinché il pappagallo non sia annoi. È efficace utilizzare posatoi fatti di materiali naturali, come corde di iuta o di canapa, o rami flessibili che permettano di stimolare l’equilibrio.

 

Close