Sterilizzazione dei conigli da compagnia

  • Stampa
  • Email

STERILIZZAZIONE DEI CONIGLI DA COMPAGNIA


Al pari di quanto si fa con cani e gatti, anche per il coniglio nano o comunque nei soggetti tenuti come animali da compagnia è possibile effettuare la sterilizzazione, scopriamo come avviene e quali sono i vantaggi.

Ci sono due buoni motivi principali per sterilizzare il coniglio, il primo riguarda un miglioramento dal punto di vista psicologico dell'animale e il secondo è la prevenzione di alcune patologie anche gravi che possono colpire soprattutto le femmine.

La sterilizzazione come rimedio ai problemi comportamentali del coniglio

Al raggiungimento della maturità sessuale che nei conigli avviene precocemente ovvero tra i 3 e 6 mesi, questi simpatici lagomorfi iniziano a sentire il bisogno impellente di accoppiarsi, quindi i maschi iniziano a marcare il territorio spruzzando l'urina e tendono a diventare piuttosto mordaci e aggressivi anche nei confronti del padrone, in più lasciano il loro bisogni maleodoranti ovunque. Tutto ciò comporta non pochi problemi quando il coniglio vive in casa, magari a contatto diretto con dei bambini.
Nel caso delle femmine succede qualcosa di analogo, le conigliette iniziano a sentire il bisogno di procreare e vanno in contro alle così dette "false gravidanze", quindi iniziano a fare ciò che farebbero se fossero veramente incinte, ovvero si strappano il pelo per costruire il nido e diventano aggressive, atteggiamento che sviluppano per la difesa dei cuccioli. A tutto ciò si aggiunge che iniziano a produrre anche il latte che ovviamente non verrà mai consumato vista l'assenza dei piccoli.
Da ciò si evince che i conigli "interi", qualora non ci sia l'intenzione di farli riprodurre, vivono in una situazione di forte stress continuo che non fa bene alla loro salute. In più considerando che non è possibile far convivere due conigli interi dello stesso sesso, li costringeremo a una solitudine forzata che è innaturale per questi animali.
La sterilizzazione del coniglio, non solo permette di esimere lo stesso dallo stress provocato dagli ormoni che inducono alla procreazione, eliminando l'aggressività e le "cattive abitudini", ma consente anche di tenere più conigli insieme il che è un bene per ogni animale sociale.

Problemi sanitari

Oltre alle problematiche di tipo comportamentale di cui abbiamo parlato in precedenza, bisogna sapere che le femmine di coniglio non sterilizzate hanno fino all'80% di possibilità in più di sviluppare il tumore uterino, tra cui l'adenocarcinoma uterino che si sviluppa con metastasi in tutto il corpo.

Considerazioni sulla castrazione dei conigli

Questi problemi, di natura psicologica e sanitaria, non si risolvono facendo accoppiare di tanto in tanto la coniglietta, né tantomeno è consigliabile far riprodurre continuamente l'animale perché incorrerebbe in problemi di salute dovuti alle continue gravidanze che la proverebbero troppo dal punto di vista fisico.
Da ciò è facile comprendere che i conigli da compagnia vivono una vita migliore se vengono castrati e sicuramente questa pratica facilita la gestione degli stessi quando vengono tenuti in casa e a stretto contatto con gli esseri umani. Un coniglio aggressivo, mordace che sporca in giro per casa non è assolutamente un animale adatto alla vita casalinga.
Per richiedere ulteriori info sulla castrazione e/o sterilizzazione del coniglio contatta il Centro Veterinario Animali Esotici tramite i recapiti che trovi nella sezioni contatti.

 

Close